Bevande fermentate – GINGER BUG “Lievito madre” di zenzero.

Tutti abbiamo sentito parlare, almeno una volta, di ginger beer o birra allo zenzero e ginger bug . In Inghilterra nel 1700 era una popolare bevanda alcolica. Ad oggi si gustano versioni per lo più analcoliche ( grado alcolico variabile e molto basso), delle quali si trovano diverse ricette scritte in inglese. Con questo articolo vi voglio facilitare  riassumendovi il procedimento che vi assicuro e’ molto semplice.

Ecco a voi allora il famoso Ginger Bug. Basta poco. Si fa semplicemente fermentare dello zenzero fresco e biologico in acqua zuccherata ottenendo una sorta di “lievito madre” con cui poi si potrà fermentare qualsiasi altro liquido. A temperatura ambiente e con zuccheri a disposizione, i batteri e i lieviti naturalmente presenti sulla superficie della buccia della radice di zenzero si metteranno subito al lavoro.

E da qui si potranno creare bevande in cui il processo produce alti livelli di enzimi benefici, vitamina B, e vari probiotici… oltre al gingerolo, il principale composto bioattivo del ginger responsabile degli effetti antinfiammatori ed antiossidanti.

GINGER BUG
Lievito madre di zenzero

Ingredienti

250 cl circa di acqua senza cloro
30 gr circa di radice di zenzero bio (+ quella che servirà nei giorni successivi)
30 gr circa di zucchero di canna (+ quello che servirà nei giorni successivi)

Giorno 1
Lavate bene la radice di zenzero, ma non sbucciatela (perché i microrganismi stanno soprattutto lì). Grattugiatela oppure tagliatela a fettine fini. In un recipiente mettete l’acqua, lo zucchero e la radice di zenzero e mescolate bene. Coprite la bocca del recipiente con un panno che fisserete poi con un elastico. Lasciate il recipiente a temperatura ambiente, a riparo dalla luce diretta del sole. (La temperatura ideale è di 25-27° C, ma il processo di fermentazione si avvia anche a temperature più basse o più alte.)

Giorno 2 e successivi
Aggiungete ogni giorno 1 cucchiaio di zenzero grattugiato (oppure qualche fettina) e 1 cucchiaio di zucchero. Mescolate e coprite nuovamente.
Alla temperatura di 25-27° C, il lievito madre di zenzero sarà pronto dopo 4 o 5 giorni. Capirete che è pronto quando vedrete delle bollicine fini e una schiuma bianca sulla superficie del liquido. 
A questo punto la vostra ginger bug è pronta per essere usata. 

COME USARE LA GINGER BUG

Con la ginger bug potete far fermentare qualsiasi liquido (che ovviamente contenga degli zuccheri). Per esempio del succo di mela, che in questo modo diventerà meno dolce, acquisterà una leggera nota di zenzero, e sarà molto frizzante: una vera delizia dissetante. 

In linea di massima si aggiunge il 10% della parte liquida della ginger bug alla bevanda da fermentare. Quindi, per 1 litro di succo usate 100 ml circa del liquido della ginger bug

A questo punto chiudete ermeticamente il recipiente e lasciate per almeno un paio di giorni a fermentare, rimescolando bene il contenuto tre o quattro volte al giorno. (N.B. come sempre le indicazioni dei tempi sono relative: dipende dalla temperatura in cui avviene la fermentazione.)

Quando si sarà formata della schiuma in superficie (e all’assaggio il gusto vi piace), travasate in una bottiglia e mettete in frigorifero. Se volete una bevanda ancora più frizzante (e meno dolce), aspettate ancora un giorno o due prima di bere.

Precauzione importante: se la bottiglia rimane in frigo per più di una settimana, ricordate di liberare la pressione che si accumula all’interno, aprendo la bottiglia 1 volta al giorno. Quando la aprite, fatelo con cura e possibilmente sopra ad un lavandino nel caso uscisse tanta schiuma. 

COME MANTENERE LA GINGER BUG

Il bello di questo lievito madre di zenzero è che può essere preparato velocemente e la riuscita è sempre assicurata. Quindi di fatto non c’è bisogno di mantenere attiva la ginger bug.

Tuttavia, se volete averla sempre a disposizione per preparare in pochissimo tempo qualcosa di frizzante da bere, potete procedere così:

Rimettete nella ginger bug una quantità di acqua pari alla parte di liquido che avete prelevato. Aggiungete 1 o 2 cucchiai di zucchero. Infine rinnovate lo zenzero, togliendo un po’ di quello vecchio e aggiungendone 1 cucchiaio grattugiato fresco. Chiudete ermeticamente il recipiente e mettete in frigo. In questa maniera la vostra ginger bug si conserverà per lungo tempo.

Provare per credere !

Referente:: azionekefir

Please follow and like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *