“Meadlight” un futuro naturale, all’insegna dell’innovazione e della sostenibilità

Oggi vi presento Il prodotto di punta di Meadlight che è “Principio”, un fermentato del miele, a bassa gradazione alcolica, composto dall’unione di 6 diverse tipologie di miele. Lo si può gustare da solo o utilizzare per la preparazione di cocktail.

Ultimamente si sente parlare più spesso d’idromele, chiamato anche “bevanda degli dei”, “nettare degli dei” o vino di miele. Si narra che la scoperta dell’idromele sembra sia stata del tutto casuale: del miele rimasto accidentalmente all’interno di una sacca, probabilmente ricavata da uno stomaco di animale e utilizzata come borraccia, avrebbe permesso ai lieviti presenti nell’aria, di innescare il processo di fermentazione.

L’ idromele, dal greco hydor e méli, ovvero acqua e miele che sono le due materie prime da cui si ricava questa  bevanda, viene prodotto tramite fermentazione naturale del miele mescolato all’acqua. Il tipo e la qualità di miele utilizzato ne determinano in maniera importante sia il sapore  che l’aroma e sono un aspetto fondamentale di questa bevanda; pertanto  è importante durante la fase di fermentazione cercare di mantenere il più possibile inalterate le loro proprietà.

Tra le varie leggende popolari che girano intorno a questa bevanda, che i celti chiamavano anche “mead”, si diceva che l’idromele avesse qualità terapeutiche ed afrodisiache, che stimolasse virilità e fertilità, per questo motivo veniva abbondantemente  consumata durante la festa di matrimonio per brindare alla felicità degli sposi. Dopo il matrimonio inoltre alla coppia era donata una quantità sufficiente per continuare a brindare per il mese seguente al matrimonio corrispondente ad un ciclo lunare, da qui il termine “luna di miele”.

Luca Rosa e Nick Ranghino (co-founder di Meadlight), La storia di quest’azienda parte dall’Alto Piemonte e, ancora prima, da Praga. Da  qui si imbattano per la prima volta nell’idromele, una bevanda che veniva servita ai clienti prima della birra. Incuriositi, approfondiscono le conoscenze e creano un progetto ambizioso: produrre e lanciare un prodotto nuovo in Italia con le caratteristiche di un idromele FRESCO, DOLCE E NATURALE  assemblando sei mieli in fermentazione in quantità diverse, secondo un principio che sviluppa gusti e profumi unici, oltre ad un leggero grado alcolico..

Per farci fare un quadro di questa realtà e di cosa c’e’ dietro a questo progetto ho voluto intervistare Nick!

Ciao Nick, raccontaci com’è iniziata l’avventura come nasce il progetto MEADLIGHT ?

Meadlight nasce qualche anno fa ormai… circa 5, da un viaggio a Praga. Io e Luca, , assaggiammo un idromele classico, senza conoscere nulla della storia del prodotto, rimanendo super incuriositi da questa bevanda, mai bevuta in Italia.
Tornati in patria incominciammo a fare diverse prove per riprodurla (inizialmente con scarsi risultati) arrivando dopo qualche anno ad un’ idromele classico di buona qualità. Dopo qualche tempo, addentrandoci sempre più in tecniche fermentative e nel mondo dei mieli italiani, decidemmo di optare per una semifermentazione del mosto di miele, al posto di una classica, consapevoli del fatto che il nostro idromele necessitasse di una svolta in termini di freschezza e semplicità di beva, arrivando in questo modo all’inizio del nostro vero percorso, che ci ha portato allo sviluppo di Principio.

Quali sono i principali ingredienti di “PRINCIPIO”? e quanto è importante per voi il legame con il territorio?

Gli ingredienti principali sono due, anzi tre ! Acqua, mieli e lievito, tutti sono di pari importanza. Procedendo per ordine, l’acqua che utilizziamo è un’acqua dolce, proveniente dalle Alpi biellesi, molto leggera. I mieli nel mosto sono sei: Acacia, Millefiori, Manuka, Fiori d’autunno, melata e castagno, ognuno con proprie caratteristiche che si trasformano in fermentazione. Infine i lieviti, usiamo lieviti da vino rosè.

Il territorio per noi è sicuramente importante, tre dei sei mieli utilizzati per il mosto provengono da zone molto vicine a noi, da apicoltori che conosciamo da tempo.

Come si sviluppa la fermentazione del miele. Ci racconti come avviene la produzione?

Reperiamo ogni miele dalle diverse zone di provenienza, alcune molto vicine ( praticamente Km0) altre molto lontane, come per il miele di Manuka. Cerchiamo di non fare stoccaggio, per questioni di conservazione e di facilità di lavorazione dei mieli, successivamente si procede con il blending dei mieli, in diverse quantità con l’acqua. Dopo aver portato a temperatura la massa ( acqua e mieli) in autoclave, si procede con l’inoculo dei lieviti, i quali danno inizio alla fermentazione, la quale, sviluppandosi in autoclave, produce Co2, gasando (ci).

Nella Mixologist, “PRINCIPIO” si può utilizzare per la preparazione di Drink low alcol?

Certo ! Consigliamo soprattutto di abbinarlo ad ingredienti con spiccata acidità, che esalta le caratteristiche di Principio.

Per quali ragioni l’idromele è sconosciuto in Italia?

I motivi sono molti… principalmente poiché il consumatore in italia, sulla bevuta liscia, è focalizzato sul mondo birra/vino ed è poco aperto a considerare prodotti alternativi.
E’ davvero un peccato, servirebbe un po’ più di disponibilità e spinta anche dalla distribuzione per dare spazio all’innovazione in questo settore, purtroppo però non tutti sono disposti a “scommettere”,forse per paura di sbagliare, o semplicemente talvolta perché si preferisce rimanere su percorsi già battuti.

Parliamo di distribuzione, dove è possibile trovare principio?

Ad oggi siamo completamente in distribuzione diretta, ci aiuta a conoscere meglio chi utilizzerà il nostro prodotto e renderlo partecipe della nostra realtà. Su Milano siamo presenti in diversi locali, così come a Torino e altri capoluoghi, basta dare un veloce check al nostro where to buy sul nostro sito per trovarci !

Nick un’ultima domanda prima di salutarti.
Cosa ne pensi della comunicazione sui social ? dove vi possiamo trovare online?

Penso che sia essenziale, soprattutto per noi, creare community tra le persone che hanno i nostri interessi, è un’obiettivo che vogliamo perseguire in questo 2021!
Consiglio di dare un’occhiata anche ad un nostro nuovo progetto @bubblebespoke.

Principio e la nuova bottiglia da 75 cl, pensata proprio per il consumo “casalingo”

Grazie ragazzi, ci vediamo presto dietro al banco per brindare questo 2021  con “ PRINCIPIO”  

Contatti social Meadlightdrinks :

meadlight.com

Se questo articolo ti e’ piaciuto,  lascia un LIKE qua sotto e suggeriscilo anche ad un collega a cui potrebbe essere d’ispirazione!

Please follow and like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *